DiReSom

Diritto e Religione nelle Società Multiculturali/ Law and Religion in Multicultural Societies/ Derecho y Religión en las Sociedades Multiculturales/ Droit et Religion dans les Sociétés Multiculturelles/ Recht und Religion in Multikulturellen Gesellschaften/ 多元化社会中的法与宗教 / القانون والدين في المجتمعات متعددة الثقافات

Link to https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/04/20/news/coronavirus_parroco_celebra_messa_soncino_cremona_non_si_ferma_quando_arrivano_i_carabinieri-254500073/

Gallignano, i carabinieri cercano di interrompere la messa ma don Lino si rifiuta. Multa per i 15 presenti. Nel Cremonese ieri mattina i carabinieri sono arrivati in chiesa dopo aver saputo della celebrazione in corso contraria alle disposizioni anti-coronavirus. Ma il parroco si è rifiutato di interromperla nonostante le telefonate in diretta del sindaco

Quando i carabinieri sono arrivati la messa era in pieno svolgimento, con una quindicina di fedeli tra i banchi. E non sono riusciti a fermarla. Perché don Lino Viola, parroco di Gallignano, frazione di Soncino (Cremona) ha deciso di andare avanti fino alla fine. E adesso la celebrazione domenicale nella chiesa di San Pietro Apostolo, ieri mattina, costerà una multa da 270 euro a ciascuno dei presenti.

L’arrivo dei carabinieri non è stato casuale: ieri mattina, infatti, la voce che don Lino stava celebrando messa è girata in paese. Per questo i militari si sono presentati in chiesa ma, come dimostra un video girato con il cellulare da uno dei presenti, il prete ha continuato nonostante l’invito a fermarsi. Spiegando anche di avere l’autorizzazione del sindaco, Gabriele Gallina, che però lo ha smentito. I carabinieri hanno anche telefonato al sindaco, cercando di passare il telefono a don Lino sull’altare, ma il prete non ha voluto sentire ragioni, dicendo che non aveva intenzione di parlare con il sindaco in quel momento perché stava celebrando e ribadendo che tutti avevano la mascherina (ma non lui), erano distanziati e anche l’ostia veniva presa solo con delle pinze. I toni si scaldano, durante l’offertorio don Lino dice al microfono: “Vorrei pregare le forze dell’ordine di mettersi sul sagrato della chiesa, questo è un luogo sacro e questa è un’incasione di potere. Il vostro dovere fatelo fuori, poi ne parleremo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: